Ercolano è una città ricca di cultura e dallo stile raffinato, adornata da antiche ville arredate con estremo gusto. Si trova in provincia di Napoli e ha tante attrazioni da visitare.
Nel 1700, per volontà di Carlo III di Borbone, fu fatta edificare la Reggia di Portici. Successivamente, lungo la strada che dalla Reggia conduce a Torre del Greco, le altre grandi famiglie della nobiltà partenopea realizzarono stupende ville residenziali e la strada prese il nome di “Miglio d’Oro”. Le antiche dimore sono circa 123, tutte realizzare da i migliori artisti dell’epoca, come Vanvitelli, Fuga, Sanfelice e Vaccaro.
La maggior parte ha uno stile tardo barocco, qualcuna annuncia lo stile neoclassico. Tra le ville c’è anche Villa Ravone, meglio conosciuta come Villa Maturi, residenza dell’illustre archeologo Amedeo Maiuri.
Il complesso monumentale è location di incontri, mostre, esibizioni musicali, e sede per la celebrazione di matrimoni civili. Ercolano è quindi inserita a pieno titolo tra le città vesuviane, più ricche di storia, arte e bellezze naturalistiche della Campania.

Il sito archeologico di Herculaneum si trova a 20 metri rispetto al piano calpestabile della nuova città.
Appena prima di entrare, all’interno di un padiglione, è custodita una barca bruciata, danneggiata forse dal maremoto e dalle frane che precipitavano in mare dall’eruzione del Vesuvio nel 79 dopo Cristo. Nell’imbarcazione sono stati ritrovati 150 scheletri e diverse monete. Tra i tesori restituiti dagli scavi spicca Villa dei Papiri, che prende il nome dai circa mille papiri ritrovati nella ricchissima biblioteca. La villa, è stata una delle più grandi dell’antichità, cenacolo di filosofi e letterati europei. Costruita a strapiombo sul mare, con le sue stanze affrescate, e i suoi mosaici unici al mondo, è stata riportata parzialmente alla luce dopo un lungo restauro.

Tra le tante cose da vedere ad Ercolano spiccano per eleganza le antiche Domus. La Casa dei Cervi è la dimora più elegante dell’antica Ercolano, la Casa dell’Atrio è costituita da un ingresso con pavimentazione in mosaico, la Casa di Nettuno e Anfitride deve il suo nome al mosaico in pasta vitrea che decora la parete orientale dell’edificio. C’è poi la Casa del Tramezzo, che conserva una mensa in marmo, cui fa da base una statuetta della divinità frigia Atthis.
Di grande interesse storico è anche il Museo Archeologico Virtuale (MAV), uno dei pochi presenti al mondo, per poter rivivere l’eruzione che distrusse Ercolano nel 79.
Le principali vie del centro, in cui potersi dedicare allo shopping, sono via IV Novembre, Corso Italia e Piazza Trieste. Famoso in tutta Italia è il Mercato di Pugliano, un luogo in cui si possono fare grandi affari, soprattutto per ciò che concerne il vestiario vintage, dalle pellicce alla bigiotteria d’epoca, tanto che importanti costumisti di Cinecittà si sono recati ad Ercolano per acquistare gli abiti di scena.

Ercolano rappresenta anche un punto di partenza per visitare il territorio campano. A poco più di 20km c’è Pompei, “la città eterna”, famosa per i suoi antichi scavi, ossia quel che resta della fiorente città dell’Impero romano, completamente distrutta dall’eruzione del Vesuvio del 79 dopo Cristo. A metà strada tra Pompei e Ercolano, si trovano gli Scavi Archeologici di Oplonti, anch’essi seppelliti dall’eruzione del 79 dopo Cristo. A soli 40km di distanza c’è la città di Sorrento, conosciuta come la “terra delle sirene”, meta turistica da sempre apprezzata per le sue acque cristalline e la movimentata vita notturna.

Ercolano è una città archeologica patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, meta di milioni di turisti che vengono qui per rivivere quella che un tempo era una fervida civiltà famosa in tutto il mondo.

Agriturismi Napoli e provincia