Festival di Ravello (SA)

Festival di Ravello (SA)
Idee di Viaggio Salerno

Il Ravello Festival è un appuntamento imperdibile per gli amanti della buona musica, della danza e dell’arte e si svolge ogni anno a Ravello, sulla costiera amalfitana, in provincia di Salerno.

Organizzato dalla Fondazione Ravello, da anni operante sul territorio, Ravello Festival ha visto la direzione artistica di Alessio Vlad (musica) e Laura Valente (danza e nuovi linguaggi), che hanno stilato in totale autonomia i programmi del Festival. Il resto della stagione culturale è, invece, curata dalla Fondazione e ha in prevalenza una funzione di accompagnamento della stagione e di approfondimento tematico.

Il Ravello Festival consacra la vocazione di Ravello ad essere Città della Musica, con una programmazione concepita secondo alcune linee chiare, come la presenza di Orchestre e direttori importanti nel luogo che più di ogni altro caratterizza Ravello nel mondo: il Belvedere di Villa Rufolo.
Il 2016, ad esempio, ha visto l’Orchestra Giovanile Italiana con due direttori come Juraj Valcuha e Jeffrey Tate, l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo con Yuri Temirkanov, l’Orchestra Sinfonica della RAI con James Conlon, l’Orchestra da Camera di Monaco con direttore e pianista Alexander Lonquich, l’Orchestre National du Capitole de Toulose con Tugan Sokhiev.
I giardini di Villa Rufolo sono palcoscenico e luogo sonoro, vero e proprio contenitore acustico dove lo spettatore, potendo muoversi da un sito all’altro, diventa protagonista.

Ravello non si trova sul mare come le più famose Amalfi, MAiori, Positano, ma offre ai visitatori monumentali ville che rendono indimenticabile la visita a questo piccolo paese: Villa Rufolo e Villa Cimbrone, definita nel 1835 dal viaggiatore tedesco Gregorovius “Incomparabile…che sorge tra le rose e gli oleandri su di un altopiano da dove lo sguardo spazia nel mare”.
Il turista o il visitatore, avvolto dall’incanto e dall’ammaliante suggestione di Villa Cimbrone, non può ignorare che Ravello, con la sua singolare bellezza, tuttora incontaminata, abbia alle spalle una lunga storia, ricca e nobile. Una storia che è testimoniata in ogni angolo di questi luoghi incantevoli. Non è necessario conoscerla per avvertirne la presenza: la si respira nell’aria.

Infine, disegnato dall’architetto brasiliano, l’Auditorium Oscar Niemeyer, è stato inaugurato a gennaio 2010 e sorge su una superficie scoscesa, direttamente affacciato sullo splendido panorama di Ravello. L’edificio copre un’area di 1500 mq e include un auditorium con capacità di 400 posti, un palco semicircolare ed una sala predisposta a studio di registrazione. All’auditorium si accede da una piazza oblunga che consente di godere, al tempo stesso, lo strepitoso panorama e il sorprendente edificio. Nella sala, il parterre per il pubblico sfrutta il declivio naturale del terreno; il posto per l’orchestra e il foyer sporge arditamente nel vuoto come il palco di villa Rufolo, ma senza sostegni.

Info Evento

Agriturismi Salerno e provincia