Napoli ricorda Totò a 50 anni dalla scomparsa

Napoli ricorda Totò a 50 anni dalla scomparsa
Idee di Viaggio Napoli

A Napoli una mostra ripercorre vita e arte del Principe della risata Antonio De Curtis, in arte Totò, a 50 anni dalla sua morte.
In occasione del cinquantenario della scomparsa, avvenuta il 15 aprile 1967, e nell’ambito delle celebrazioni che si terranno in suo ricordo, la città di Napoli ospita la mostra monumentale “Totò Genio”, voluta dall’Associazione Antonio de Curtis, promossa e co-organizzata dal Comune di Napoli in collaborazione con le maggiori istituzioni culturali del paese, l’Istituto Luce, il Polo Museale della Campania – Palazzo Reale, la RAI, la Siae – Società italiana degli Autori ed Editori, con il contributo di Rai Teche e dell’Archivio Centrale dello Stato.
Curata da Alessandro Nicosia, che ha coordinato anche la direzione generale del progetto, insieme a Vincenzo Mollica, la mostra è prodotta da C.O.R, Creare Organizzare Realizzare. Tre i luoghi prescelti per mettere insieme i tanti tasselli di un grande mosaico che rappresenta l’arte di Totò ci sono il Museo Civico di Castel Nuovo (Maschio Angioino), Palazzo Reale e il Convento di San Domenico Maggiore. La mostra è presentata dalla nipote Elena de Curtis e da Goffredo Fofi.

Inoltre, su proposta di Renzo Arbore, la Federico II ha deciso di assegnare alla memoria di Antonio de Curtis un prestigioso riconoscimento: la laurea (vietata dal Miur post mortem, si tratta in realtà di un attestato) in discipline della Musica e dello spettacolo. Motivazione: “per aver incarnato e portato sullo schermo tutte le articolazioni dello spettacolo: dalla mimica alla comica, che gli riuscivano particolarmente spontanee, a quella teatrale e cinematografica, acquisite da una lunga esperienza personale che Toto’ ha vissuto e saputo catturare. Una cultura che rispecchia anche una napoletanita’ nobile che, nella sua carriera artistica e sociale, ha sempre rappresentato naturalmente”, cosi racconta l’iniziativa Renzo Arbore

E per Totò, la Regione Campania ha predisposto un calendario di iniziative, “Totò, l’arte, l’umanità” che danno vita spettacoli, concerti, installazioni, ricostruzione di set cinematografici e uno convegno internazionale. Il 15 aprile c’è il primo evento in programma, con la ricostruzione dei set cinematografici nei luoghi della città dove sono state girate alcune scene cult. Gli eventi avranno luogo fino a luglio.

Ecco il programma

15 aprile
“Totò, si ri-gira!”, realizzato in successione a Roma, Milano e Napoli da Teatri Uniti, in cui ci sarà la ricostruzione di alcuni set cinematografici con il riallestimento site-specific di scene famose dei suoi film. Verrà presentato un esperimento transmediale con contenuti prodotti attraverso linguaggi propri del cinema, del teatro e del web. Alle 10.30, al Rione Sanità di Napoli, luogo natale di Totò, sarà inaugurata l’installazione il Monolite di Giuseppe Desiato, intitolato ”Totò l’uomo tutto d’un pezzo che ha lasciato un grande vuoto”, che rappresenta una delle interpretazioni mimiche dell’attore.

16 aprile
La Regione Campania e RAI 2 presentano “Il nostro Totò”, un programma realizzato dal CPTV Rai di Napoli in cui si omaggeranno l’artista e Napoli con la partecipazione di tanti protagonisti della cultura, del cinema e del teatro italiano.

27 e 28 aprile
Al Teatro Trianon Viviani di Forcella, andrà in scena “Totò che tragedia!”, un recital che è un mix tra teatro, avanspettacolo e opera, in cui viene messo in evidenza il mondo più privato del Principe e il tormentato amore con la ballerina Liliana Castagnola.

6 maggio
All’Auditorium della RAI di Napoli, andrà in scena La Sinfonia di Totò, uno spettacolo musicale realizzato con le colonne sonore dei suoi più popolari successi cinematografici tra cui Totò cerca casa, Guardie e ladri, Totò, Peppino e la dolce vita, Totò turco napoletano, Miseria e nobiltà.

20 e 21 giugno
Convegno Diagonale “Totò all’Università Suor Orsola Benincasa”, dedicato all’intera produzione dell’artista accompagnata da una performance digitale in cui gli attori contemporanei dialogheranno con i corpora lessicali più significativi del repertorio di Totò.

Concerti in piazza Sanità

10 maggio – ore 21.00 Concerto di Marco Zurzolo

3 giugno – ore 21.00 Concerto di Valentina Stella

1 luglio – ore 21.00 Concerto-spettacolo intitolato “Benvenuti al Rione Sanità”, per la direzione artistica di Alessandro Siani, con Francesco Cicchella, Clementino, Pasquale Palma, Rosalia Porcaro, Andrea Sannino, e con l’orchestra Sanitansamble, “un ensemble made in Rione Sanità”.

Info Evento

Agriturismi Napoli e provincia